Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google+ Condividi su LinkedIn Condividi su Pinterest

Tessitura per tutti

Il laboratorio di tessitura di Augusta Moletto è uno degli appuntamenti tradizionali del Salone.
La creativa torinese, di trama e ordito, mette a disposizione dei visitatori di Manualmente la sua lunghissima esperienza, con una mostra dei propri manufatti e soprattutto con dimostrazioni e laboratori sui primi passi della tecnica, fruibile sia da grandi che piccini.

Augusta Moletto, artista tessitrice, docente di Pedagogia Speciale all’Università di Torino. Studia tessitura affiancando l’artista olandese Martha Nieuwenhuijs, che dagli anno 70 si dedica alle sperimentazioni della Fiber Art, l’arte del flessibile, delle opere realizzate con fibre tessili oltre a carta, gomma, plastica, metalli. Ha condotto sperimentazioni tessili su temi quali i graffiti rupestri del paleolitico, ritratti ispirati a Matisse, l’art simultanée di Sonia Delaunay, la pop art, paesaggi montani. E’ impegnata nell’insegnamento della tessitura all’interno delle scuole dell’infanzia primaria e secondaria di I grado realizzando, con i ragazzi e i bambini, numerosi arazzi ispirati a temi quali l’Unità d’Italia, la civiltà egizia, l’ecologia e la geografia d’Italia. Uno degli arazzi, rappresentante l’Italia, è stato donato alla collezione del Quirinale. Ha realizzato laboratori per persone con disabilità presso centri socioterapeutici e case famiglia. Conduce corsi presso le Università della III età promuovendo l’identità delle persone anziane tramite la realizzazione di produzioni decorative e oggetti d’uso che ne favoriscono la socialità. Alcune sue opere sono esposte presso la collezione civica di arte tessile della Città di Chieri e ha partecipato a numerose mostre collettive di textile art in Italia e Ungheria.

La tessitura per Augusta: ‘Conquistare armonia interiore. Mettere ordine nel caos tessile, mediante una riflessione artistica, permette l’espressione della soggettività. Significa anche socialità, perché la tessitura non è un’attività individuale, bensì un’esperienza collettiva all’interno della quale ciascuno incoraggia e valorizza l’altro creando una comunità di apprendimento e di produzione’

 

Pubblicata il: 05/03/2018